Archivio tag | temporali

Roma non fa la stupida

Quanto sei brutta Roma quando piovi. Quando inizi a piagnucolare sin dal mattino per andare avanti, a intermittenza, tutto il giorno.
Sale quell’umidità sin dalle prime ore, con i vetri che si appannano, il freddo che si insinua nelle ossa, il crespo tra i capelli e quella puzza di fradicio e peccati sparsi che risale dalla strada.
Quanto sei triste quando sei così cupa e non ci aiuti. Non ci aiuti a tenere alto l’umore, già provato da stanchezza, stress e inutilità. Non ci aiuti triplicando un traffico già esausto, battendo il tempo con tergicistalli che scricchiolano sopra fogliame marcio e putrido. Sono questi tuoi piagnistei capricciosi a renderti così fastidiosa.
Potresti almeno farlo in privato, di notte, mentre nessuno ti guarda o chi lo fa è perché patisce le tue stesse pene.
E col calore della mia coperta quasi ti cingerei, per calmarti e donarci un domani sereno.
Invece piangi e insisti e forse lo farai anche domani e dal tuo grigio quotidiano è sempre più difficile scappare.

Annunci

La nuit, la pluie

Stanotte non riuscivo a prendere sonno. Mi capita soprattutto quando torno e mangio tardi e tratta in inganno dalla stanchezza mi metto a letto, ma un esercito di draghi decide di occupare pancia e testa.
Data la notte buia e tempestosa mi ha affascinato ascoltare il rumore della pioggia battente. Protetta sotto il piumone caldo mi immaginavo i posti dove passo di solito pieni di acqua e fango. Ho avvertito un senso di tranquillità e protezione. E poi ho pensato anche alla virulenza delle ultime piogge a Roma e in Italia. Un tempo non pioveva così, con tale impeto e vigore da trovare spesso una città divelta su se stessa. Poi dopo la furia spunta un sole beffardo, come oggi, che mi fa più paura del temporale violento.
Poi mentre mi sentivo al sicuro, mi sono addormentata. Stamattina ho letto della Sardegna. Ho ricordato le mie sensazioni e ho solo potuto immaginare lontanamente la paura dei sardi.
Non sembra andare più bene niente in questo Paese…