Archivi

Idiosincrasie

Ok, il fatto che possa aver iniziato blandamente e lontanamente alla possibilità di avere o meglio, volere un figlio tra…un po’, non vuol dire che debba ricevere continui messaggi subliminali tipo pance ovunque attorno a me…nel giro di 4 file di ombrelloni infatti ci sono ben 5 e dico 5 donne gravide!!alla faccia dell’Italia che non fa più figli.
Questo mi riporta a galla attimi di panico in più giovine età, in cui se avevi qualche dubbio vedere pance o annunci di pannolini e biberon nella tua testa erano tutti chiari segnali che stavolta l’avevi davvero combinata grossa. Per quanto invece oggi, diverse coppie di amici che provano ad avere figli dicano di quanto sia più difficile di quanto si creda, e che a saperlo prima magari ci si faceva meno pippe (mentali) a suo tempo.

PS: Tra l’altro credo di essere una delle poche persone al mondo a cui la pancia della donna incinta faccia un tantinello senso.

Annunci

Questione di capelli

Mica x vantarsi, ma la mia acconciatrice e truccatrice matrimoniale, nonché la parrucchiera che seppe per prima domare il mio capello crespo sin dalla tenera età, è quest’anno nello Staff di Sanremo.
Quindi, una scelta l’ho sicuramente azzeccata. Anzi due: l’altra era il vestito. Marito, volevo dire l’altra era il marITO.

Ps: per qualsivoglia domanda o pettegolezzo sanremese, pregasi inviarmi richiesta in privato e riferirò.
Vi anticipo che Emma sela tira.

Pps: La possibilità di trovarmi al suo rientro con i capelli come Morandi mi inquieta un po’…don’t I?

Be Frost

Sono appena 3 mesi che sono sposata e il numero dei surgelati nel freezer si è triplicato.

Mi devo preoccupare? O forse dovrebbe iniziare a farlo il cinico?

Some days

Di quelle giornate in cui il giorno diventa notte, la notte giorno e 24 ore sembrano piu’lente, in cui la colazione diventa pranzo e il pranzo cena, in cui l’orologio si dimentica e il mal di testa passa rilassandosi, in cui la mattina non conosce sveglie, il corpo strette divise da lavoro né ruoli sociali impropri, in cui si mangia con le mani davanti la tv, e il dolce si mischia col salato e il vino si sostituisce all’acqua e ogni strappo è lecito.
Di quelle giornate fatte di pigrizia e gola, vecchi film e divani fin troppo comodi ad accoglierti.
Di giornate come il Natale, almeno da queste parti, cene fossero di più…