Archivio tag | Capodanno 2014

Diario di fine anno (da Istanbul)

Dire che sto finendo l’anno fradicia e intirizzita fino al midollo è un eufemismo… mai presi tanta acqua e tanto freddo come in questi giorni! Mi ero ripromessa di tornare ad Istanbul per godermela un po’ meglio e per una volta che rispetto i patti, questo il risultato… una città gelida e bagnata da mattino a sera, con raffiche di vento polare che persino scendere a far colazione diventa un’impresa. Che palle!! Stanotte sarà Capodanno, il mio primo Capodanno estero, e di tante cose che avremmo potuto fare in una città stupenda come questa, ci limiteremo a magnà.

Insomma, un capodanno un po’ metafora di questo 2014… molto potenziale ma sfruttato non fino in fondo. Per colpe non sempre e non solo nostre. Non posso dire che sia stato un anno brutto o particolarmente sfigato, ma non lo ricorderei neanche per qualcosa di speciale che è accaduto. È stato un anno difficile, faticoso e intenso e temo che anche il 2015 inizi piuttosto in salita.

Quello che mi auguro? È impossibile! Trovare tutta la fiducia e la sicurezza che non ho incontrato in 35 anni, tutte le certezze che non ho costruito e che anzi, spariscono sempre più. Vorrei diventare più brava nel mio lavoro, soprattutto vorrei continuare ad avere un lavoro e che possibilmente sia pagato il giusto perché vorrei smettere di vivere con l’ansia del domani e… del conto corrente. Poi cazzate tipo non ingrassare, scrivere, usare sti 1600 euro di fuji, passare più tempo con Holghina, fare un viaggione a Bali, non tagliare i capelli, non smetter con la piscina, diminuire con il fumo. Ma, soprattutto, vorrei non perdere quello che ho, che mi sono costruita e per cui lotto giorno dopo giorno, che mi merito ed è la mia fortuna e felicità. Con lo sguardo alto, verso l’orizzonte.
Buona fine e buon inizio!

/home/wpcom/public_html/wp-content/blogs.dir/ef2/30729250/files/2014/12/img_1231.jpg

E 2014 sia…

E anche questo Capodanno è passato, senza infamia e senza lodi. Ancora qualche giorno per ricaricare le pile prima di immergersi nelle sfide che questo 2014 ci presenterà. Finisce tutto sommato un bell’anno, l’anno in cui posso dire che qualcosa è davvero cambiato, è stato il mio primo anno da vera copywriter per cui non potrò dimenticarlo facilmente. Mi sono scrollata di dosso tanta polvere e anche un po’di rabbia. Ho conosciuto nuove e splendide persone, anche se una di queste purtroppo l’ho persa. Ho viaggiato, sono stata felice. Purtroppo ho fatto meno foto ma non è stato di certo un anno privo di fotografia, privo di luce. Anche il 2012 è stato un anno bellissimo, anche se difficile. Per cui non so davvero cosa aspettarmi da questo 2014 e non vi nego che sotto sotto ho un po’di paura. Paura del tempo che passa, paura di perdere quello che ho. Tante cose sono cambiate per me e per alcune delle persone a cui voglio più bene. Posso solo augurarmi di essere di nuovo qui tra 365 giorni, a raccontarvi ancora qualcosa di me e del mio mondo, senza perdere la mia ironia, la mia curiosità, la mia vita e la voglia di viverla, sempre al meglio che posso e sempre vicino a chi amo. Anno nuovo, vita mia. Non ho altro desiderio da esprimere. Buona musica a tutti.