Archivio tag | Nuovo anno

Il 2020 ha fatto anche qualcosa di buono

Qui continua a piovere a non finire, così per tirarmi un po’ su di morale voglio ripensare anche alle cose belle dell’anno trascorso, perché sarebbe ingiusto non riconoscerle.

La fotografia

Sicuramente questo è stato l’anno dell’innomaramento con la fotografia urbana. Facendo di necessità virtù, mi sono avvicinata con più cognizione questo tipo di fotografia, che facevo principalmente in viaggio, e ho riscoperto la mia città. E siamo riusciti a coinvolgere anche alcuni studenti, e così quest’anno mi sono anche riavvicinata con piacere all’insegnamento. Ho approfondito e acquistato libri nuovi. Ho fatto foto, purtroppo sono riuscita come sempre a vederne e sistemarne solo una piccola parte, quindi spero prossimo anno di rimediare e farmi sto benedetto corso di post-produzione.

Quest’anno mi ha regalato anche qualche piccola soddisfazione a diversi concorsi fotografici a cui ho partecipato. Niente di particolarmente grosso anche se su un paio ci sono andata più vicina e ne sono contenta. Ho partecipato sempre con le foto dei Seto, dopo il bellissimo editing che mi ha fatto la photoeditor NatGeo, e ogni volta rivedere quelle foto è un magone perché non vedo l’ora di tornare lì e aggiunere ciò che manca.

La bimba

Mai come quest’anno mi sto godendo Vitto. Dopo il primo anno “burrascoso” e faticoso, ora c’è più complicità e diventa ogni giorno più bello e complice il nostro rapporto. Certo, la stanchezza c’è sempre, a volte le giornate sono più difficili, infinite e ripetitive… farle fare cose nuove, intrattenerla, non cedere alla comodità della Tv… credo che questo tempo sia in assoluto il più prezioso perché davvero non tornerà.

La dieta

Ebbene sì, dopo due mesi di sacrifici sono finalmente riuscita a tornare al peso pre-gravidanza e anche qualcosa di meno. Una gioia infinita… purtroppo breve perché il tutto è successo poco prima delle feste e chiaramente lasciarsi andare in questi giorni è stato facile. Purtroppo ho usato fin troppo il cibo quest’anno come svago o mezzo consolatorio… a volte ci sta ma troppo spesso si rivela essere l’esatto contrario, e finisci col pagarne le conseguenze in termini di stanchezza, affaticamento. Quindi, sicuramente ingrasserò e dimagrirò di continuo in questo nuovo anno perché lo faccio da 41 anni… ma passate queste feste si torna in riga.

Le vacanze

Anche se lontane dai luoghi che più amo, e al di là di ogni aspettativa, siamo riusciti a farci delle belle vacanze. Purtroppo spesso mi faccio l’idea che la fuga o lo svago esista solo laddove si prenda un aereo… il che è vero fino in parte. Certo per me viaggiare vuol dire tanto scoprire e incontrare genti e usanze diverse dalle mie e chiaramente, più lontano vai e più questo accade. Ma oltre a scoprire c’è anche il piacere di ri-scoprire posti e luoghi cari. Quindi sicuramente tornare su in Friuli, tra Austria e Slovenia, insieme alla bimba, è stata la vera oasi pace da questo anno infame. E non sono così tanto sicura di poterlo fare l’estate prossima… chissà. Quello che credo con molta probabilità è che difficilmente riprenderemo un aereo nel 2021, quindi ben vengano se possibile, viaggi on the road.

Poi ci sono tante altre piccole cose, come la gioia e la comodità del Dyson, i capelli finalmente più lunghi (anche se ancora non come vorrei) i nuovi giochi che incantano Vitto, i primi braccialetti e orecchini fatti da me, un altro anno con Holghina, mio marito più spesso a casa e vicino a noi, vivere la mia casa. Insomma, nella tragicità di molti, credo sia fondamentale per noi stessi saper riconoscere le nostre fortune e accorgersi di quando si sta bene, perché niente può esser mai scontato.

Poi spero di parlare anche di buoni propositi… ora mi aspetta un Puzzzzlo! 😄

E 2014 sia…

E anche questo Capodanno è passato, senza infamia e senza lodi. Ancora qualche giorno per ricaricare le pile prima di immergersi nelle sfide che questo 2014 ci presenterà. Finisce tutto sommato un bell’anno, l’anno in cui posso dire che qualcosa è davvero cambiato, è stato il mio primo anno da vera copywriter per cui non potrò dimenticarlo facilmente. Mi sono scrollata di dosso tanta polvere e anche un po’di rabbia. Ho conosciuto nuove e splendide persone, anche se una di queste purtroppo l’ho persa. Ho viaggiato, sono stata felice. Purtroppo ho fatto meno foto ma non è stato di certo un anno privo di fotografia, privo di luce. Anche il 2012 è stato un anno bellissimo, anche se difficile. Per cui non so davvero cosa aspettarmi da questo 2014 e non vi nego che sotto sotto ho un po’di paura. Paura del tempo che passa, paura di perdere quello che ho. Tante cose sono cambiate per me e per alcune delle persone a cui voglio più bene. Posso solo augurarmi di essere di nuovo qui tra 365 giorni, a raccontarvi ancora qualcosa di me e del mio mondo, senza perdere la mia ironia, la mia curiosità, la mia vita e la voglia di viverla, sempre al meglio che posso e sempre vicino a chi amo. Anno nuovo, vita mia. Non ho altro desiderio da esprimere. Buona musica a tutti.

Buoni Auspici

Il nuovo anno inizia con un tempo di merda, un incubo in cui diventavo una escort insieme ad una mia amica, massaggiando piedi di vecchi in alberghi sperduti, con un gatto nero che mi si pianta davanti l’auto e il 30 che salta la corsa.

Se il buon giorno si vede dal mattino…

20120102-080226.jpg