La vergogna della spesa random

Prendete una giornata intensa di lavoro non ancora finita, aggiungete il salto al super per la spesa, come sempre fatta random tanto ti basta il cestino e invece ti ritrovi con l’insalata sotto le ascelle, il pane tra le cosce e la bottiglia di vino (immancabile) in mano xké non hai piu’ posto. Unite la tipica fila lenta alla cassa, perché se non becchi il solito storno non sarebbe normale, condite con un paio di marmocchi urlanti che hanno deciso di ingannare l’attesa in cassa rovistando nel tuo precario cestino….e pergiunta commentando ad alta voce la tua spesa random (che x antonomasia non è mai sana), e mischiate con il seguente dialogo… Cosa può uscire?

Bambini: “uh papa’ ma quanta spesa ha fatto la Signora (!)… Che pizza”
Anais: (cercando di sorridere)…attenta bimba che se fai cadere la bottiglia ti taglia (sottotitolo: e io potrei usare i vetri per farti del male se non la pianti di ficcare il naso nella mia spesa random)
Bambini: “uh papa’ la signora ha preso un sacco di merendine..mamma non cele fa prendere perché dice che fanno diventare ciccioni…”
….
Cassiera ciancicante e ipersmaltata: “pure le caramelle sono sue?”
Anais: ” eh si”
Bambina: ” iiiiih le caramelleeeee!! Papaaaa cara mmmeee lleee”
Cassiera: “è tutto? Vòle la bussta? Cho solo quella di carta che viene 20 scentessimi”
….

Devo aggiungere altro?!
E poi mi stupisco se il mio spirito materno è sempre piu’latitante…

Per inciso, cara marmocchia, le merendine erano light!!!!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...